Chiedi a Candy

Candy ti è vicina in ogni momento della tua giornata. Hai bisogno di consigli sull'utilizzo e la manutenzione dei tuoi elettrodomestici o vuoi un suggerimento per la scelta di quello più adatto a te?  Scrivici e risponderemo alle tue domande mettendo al tuo servizio la nostra esperienza.

Se invece hai bisogno di supporto tecnico, contatta online il nostro servizio di assistenza e ti daremo l'aiuto di cui hai bisogno.

Chiedi a Candy
Torna al blog

Le soluzioni salvaspazio per l’arredo della lavanderia e del bagno

Le soluzioni salvaspazio per l’arredo della lavanderia e del bagno

La tendenza a ridurre le unità abitative va di pari passo con il tempo che passiamo dentro casa e la mancanza di aree estese in città. E così, ci troviamo spesso a dover minimizzare i complementi d’arredo, i mobili e di conseguenza anche gli elettrodomestici (o almeno lo loro dimensione). La lavatrice, tuttavia, è uno degli elettrodomestici a cui non si rinuncia in casa: ecco allora qualche consiglio per l’arredo della lavanderia o del bagno, per riuscire a sfruttare al meglio ogni angolo della casa.

Lavatrici a carica frontale standard

Prima di cercare soluzioni salvaspazio, vale la pena dire che neppure una lavatrice a carica frontale standard è poi così ingombrante. In genere, infatti, la loro profondità si aggira attorno ai 60 cm, come pure la larghezza, mentre sono alte circa 85 cm, qualche cm in meno rimuovendo il piano. Il guadagno sta tutto nella capacità di carico che, nelle lavatrici Candy di dimensione standard, arriva fino a 12 kg in classe A+++, ideali per le famiglie numerose o per chi lava spesso piumini e capi voluminosi. Prima di pensare di acquistare un elettrodomestico più piccolo, allora, conviene controllare bene le misure di bagno o lavanderia.

Lavatrici a carica frontale “piccole” o slim

Per piccoli spazi o per rispondere a esigenze specifiche ci sono diverse soluzioni di lavatrici a carica frontale di dimensioni inferiori a quelle standard che però non sacrificano la capacità di carico e l’efficienza energetica. Si tratta delle cosiddette lavatrici slim Candy, meno profonde delle lavabiancheria standard da 60 cm. Le controparti pocket arrivano anche a profondità di 40-45 cm ma garantiscono comunque una capacità di carico fino a 7 kg e una classe di efficienza energetica fino alla A+++. Se invece vivi da solo o in coppia, probabilmente la lavatrice più piccola sul mercato soddisferà le tue esigenze: parliamo di Candy Aquamatic, da 3,5 a 4 kg di capacità di carico con classi dalla A alla A+, il tutto racchiuso in un formato davvero mini (69x51x45 cm).

Lavatrici a carica dall’alto

Capita a volte che la lavatrice sia posizionata in una piccola cavità ricavata tra un muro e una colonna o che proprio non ci sia spazio di manovra all’interno del bagno per l’apertura dell’oblò. In questi e altri casi l’opzione migliore è senza ombra di dubbio una lavabiancheria senza oblò, ma con apertura dall’alto. Meno larghe rispetto a quelle di dimensioni standard (40 cm contro i soliti 60 cm), hanno l’indubbio vantaggio di un’apertura agevole. Anche in questo caso, non devi temere di dover rinunciare alla capacità di carico o all’efficienza energetica: le lavatrici a carica dall’alto Candy possono lavare anch’esse fino a 8 kg di bucato, sempre con classi energetiche fino alla A+++.

Lavasciuga

E che dire poi se non si ha lo spazio per stendere i panni in casa o fuori, soprattutto in inverno con la pioggia e l’umidità che non aiutano in questa impresa? Per fortuna, oltre agli stendibiancheria che si sviluppano in altezza, c’è anche la tecnologia a venire in nostro soccorso. Le moderne lavasciuga sono la soluzione ideale per lavare e asciugare in poco tempo gli indumenti, nello stesso ingombro occupato da una lavatrice di dimensione standard (60 cm di profondità) o, anche in questo caso, con delle soluzioni slim anche al di sotto dei 50 cm di profondità. Il tutto, ovviamente, rispettando i più alti standard energetici e con capacità di lavaggio e asciugatura che variano a seconda del modello prescelto. Candy propone lavasciuga fino a 10 kg + 6 kg (10 in lavaggio e 6 in asciugatura) con la possibilità di selezionare un programma automatico di lavaggio e asciugatura di 6+6.

Asciugatrice

Se si ha lo spazio per un doppio elettrodomestico, nulla vieta di optare per la soluzione lavatrice più asciugatrice. Come le lavatrici, questi elettrodomestici occupano, nelle loro dimensioni standard, spazi modesti, eppure la loro funzione è irrinunciabile per tutti coloro che ne possiedono una. Asciugare fino a 10 kg di bucato in poco tempo e con un’efficienza energetica di classe A+++, in effetti, è il sogno di tanti. E poi, per gli spazi ridotti, c’è sempre la versione slim, che in 46 cmq di profondità ti permette di asciugare fino a 7 kg di bucato.

Elettrodomestici affiancati o impilati?

Se hai la possibilità di avere due elettrodomestici separati e opti per la scelta di una lavatrice e di un’asciugatrice invece che di una lavasciuga, a seconda dello spazio che hai a disposizione puoi valutare se impilarli o posizionarli l’una accanto all’altra. Nel primo caso, lavatrice e asciugatrice in colonna l’una sopra all’altra svilupperanno l’ingombro in altezza piuttosto che in larghezza. Nel secondo caso invece potrai affiancarle e posizionarle magari sotto un piano. Se ciò che cerchi è poi una soluzione dal minor impatto visivo, puoi “nascondere” il blocco all’interno di un mobile: nessuno noterà nulla! Questa soluzione è applicabile sia agli elettrodomestici di dimensione standard che a quelli salvaspazio o slim. Se i due elettrodomestici sono affiancati, la scelta di un formato simile in profondità sarà meramente una questione estetica ma ovviamente ti consigliamo di prestare sempre attenzione alla capacità di carico dei due elettrodomestici in modo che sia simile. Se invece propendi per una soluzione in colonna, è invece fondamentale che la lavabiancheria e l’asciugatrice abbiano le stesse dimensioni. Se la stanza in cui devi posizionare i due elettrodomestici o il mobile in cui devi inserirli hanno una profondità ridotta potrai quindi scegliere un’asciugatrice slim e impilarla su una lavatrice anche di 40 cm.

Elettrodomestici da incasso

Sia le lavatrici che le lavasciuga e le asciugatrici Candy sono anche disponibili nella versione da incasso per poter essere opportunamente inserite all’interno di un mobile. I modelli da incasso non differiscono da quelli a libera installazione per il funzionamento, ma esclusivamente per le misure e la forma: non hanno ad esempio il top, lo zoccolo e hanno dei punti per essere fissati allo sportello in modo da aprire contestualmente sportello e oblò.

Vano lavanderia… in veranda

Se lo spazio in casa è ridotto, ma disponi di una veranda, potresti predisporre gli attacchi e gli scarichi per posizionare gli elettrodomestici fuori, in modo da non ingombrare internamente. L’importante è che la struttura sia opportunamente chiusa e in nessun modo esposta alle intemperie, che finirebbero col danneggiare gli elettrodomestici oltre che far decadere le condizioni di garanzia.

Come vedi, nell’ampia offerta Candy hai solo l’imbarazzo della scelta. C’è una soluzione adatta a tutte le esigenze, quale preferirai?

21/02/19
Categorie: