Chiedi a Candy
Torna al blog

Consumo di corrente elettrodomestici: scopri come controllarlo

Consumo di corrente: tutto quel che devi sapere e come controllarlo

Tutti i dispositivi elettronici consumano corrente, questo lo sappiamo bene, ma quanta esattamente? La risposta a questa domanda dipende dal tipo di dispositivo, dalla classe energetica, dall'età e dalla condizione.

La cucina di solito è l’ambiente dove si trova il maggior numero di elettrodomestici. Se non sprechi corrente e ottimizzi l’uso dei vari dispositivi, casa tua è sulla buona strada per diventare un modello di consumo intelligente.

Il frigorifero è tra gli elettrodomestici che consumano di più. Se il tuo ha più di 10 anni, sostituiscilo con uno a risparmio energetico di nuova generazione che ti garantisca prestazioni eccellenti ma con un occhio di riguardo alla bolletta.

Anche i forni spesso richiedono molta corrente per raggiungere le alte temperature, necessarie per la cottura perfetta dei cibi. Ecco alcune precauzioni per ottimizzarne l’uso. Per esempio, i consumi salgono alle stelle se si apre spesso lo sportello per controllare la cottura, perché ogni volta il forno deve tornare alla giusta temperatura. È meglio evitare di farlo, così come è meglio non lasciarlo vuoto troppo a lungo una volta raggiunta la temperatura richiesta... È solo uno spreco di energia! Controlla poi che la guarnizione dello sportello sia in buono stato e che le ventole funzionino correttamente, sia per motivi di sicurezza che per assicurare una buona efficienza energetica.

 

I piani cottura a induzione connessi di Candy aiutano a tenere i consumi sotto controllo. Grazie alla funzione Power Management, che puoi comodamente gestire dal tuo smartphone usando la app simply-Fi, puoi impostare il voltaggio corretto (da 2.5 kW a 7,5 kW) in base al tuo contratto. Una volta impostato, non devi fare altro che confermare premendo il pulsante Direct Cook sul fornello, risparmiano tempo e - soprattutto - energia.

05/02/20
Categorie: