Chiedi a Candy
Torna al blog

Etichetta energetica: cos’è e come si legge

Energy Label

L’etichetta energetica (Energy Label) è un documento informativo che illustra i consumi energetici di un elettrodomestico, al fine di consentire al consumatore di valutare opportunamente il modello da acquistare. L’etichetta energetica è attualmente prevista dalla legge in tutte le nazioni dell’Unione Europea.

La presentazione di questa informativa è necessaria per gran parte degli elettrodomestici alimentati a corrente (forni, lavatrici, frigoriferi, lavastoviglie, televisori ecc.) e deve essere obbligatoriamente esibita dal venditore anche nel caso di apparecchi acquistati online.

Vediamo nel dettaglio quali sono le informazioni contenute nelle etichette energetiche e come interpretarle correttamente.

Etichetta energetica: dove si trova e come si legge

La normativa europea stabilisce che l’etichetta energetica sia chiaramente mostrata sull’elettrodomestico. Le informazioni riportate sulle Energy Label sono le seguenti:

• Brand costruttore e modello;

• Classe energetica d’appartenenza;

• Consumo in Kw (chilowatt);

• Consumi energetici relativi alle funzioni caratteristiche dell’elettrodomestico (es. centrifuga per le lavatrici);

• Ulteriori dettagli tecnici specifici espressi in simboli e pittogrammi (capacità di carico, consumo idrico, emissioni sonore ecc.)

Classi energetiche degli elettrodomestici

Le classi energetiche attuali sono suddivise in 7 livelli il cui valore, espresso in lettere che vanno dalla A alla G, viene rafforzato sulle etichette mediante l’impiego dei colori sulle frecce, laddove il verde rappresenta la massima efficienza, mentre il rosso segnala prestazioni meno ottimizzate.

Le classi che consentono un maggior risparmio sono la classe A +++, A++ e A+ ma non tutti gli elettrodomestici (come, ad esempio, i forni da cucina) possono raggiungere la classe A+++ per ragioni di natura tecnica. All’interno della classe A+++ è possibile trovare un’ulteriore classificazione che denota l’ulteriore risparmio energetico di un apparecchio A+++ in relazione agli altri elettrodomestici della medesima classe (ad esempio A+++ -20%).

L’Unione Europea ha definito degli standard minimi di efficienza energetica cui devono sottostare gli apparecchi per poter essere immessi sul mercato:

• A per le lavatrici con capacità di carico maggiore di 3 kg

• A+ per frigoriferi e congelatori

• A per le lavastoviglie

La scelta del miglior elettrodomestico per la propria abitazione, che si tratti di una lavastoviglie o di una nuova cappa per la cucina, passa da un’attenta valutazione dell’Energy Label. È bene, perciò, soffermarsi nella lettura dei consumi presentati e rapportarli alla spesa d’acquisto, senza dimenticare che, dotarsi di un dispositivo di ultima generazione e a elevata efficienza energetica, può fare una significativa differenza sulle bollette di luce e acqua.

Candy presenta una vasta offerta di elettrodomestici a elevata efficienza energetica, in grado di garantire sempre il massimo delle performance, in sintonia con il contenimento delle spese: scopri la nostra gamma completa.

15/06/18