Chiedi a Candy
Torna al blog

Arredare casa con le piante: le più resistenti

Le migliori piante da appartamento sempreverdi e resistenti

Il nuovo anno porta sempre vento di cambiamenti e buoni propositi. Perché allora non lasciarsi trascinare da questa voglia di novità e rinnovare casa? No, non parliamo di ristrutturazioni importanti, a volte basta un tocco di colore per dare un aspetto diverso a una stanza. Le piante sono una soluzione rapida ed economica, in grado di cambiare radicalmente il look di un ambiente. Ecco quelle più resistenti e sempreverdi, per decorare in maniera vivace la tua dimora senza richiedere troppa manutenzione, adatte quindi anche a chi non ha proprio il pollice verde.

I vantaggi delle piante in appartamento

Le piante in appartamento portano diversi vantaggi:

Completano l’arredamento. Le diverse forme delle foglie, le tonalità di verde e l’eventuale presenza di fiori fanno sì che ciascuna specie si adatti a un determinato stile o a una specifica tinteggiatura. L’armonia della stanza dipende, inoltre, dall’ubicazione delle piante, dalla loro dimensione e dai colori. E così una parete bianca acquista carattere grazie a una Kentia e un bagno diventa un ambiente accogliente e rilassante con una Spathiphyllum.

Migliorano la qualità dell’aria. Si sa, il ciclo vitale di un essere vegetale prevede quasi sempre l’assorbimento di anidride carbonica e l’emissione di ossigeno di giorno: per questo motivo le piante sono ideali per migliorare l’aria in casa.

Rendono gli ambienti piacevoli. Chi vive nelle grandi città sente spesso la mancanza di un po’ di verde. Qualche pianta in casa allora può servire a rigenerarsi e a sentirsi rilassati al rientro dopo una stressante giornata di lavoro. Piante d’appartamento resistenti e sempreverdi Assodati i motivi per cui si dovrebbero aggiungere delle piante al proprio appartamento, resta da capire quali acquistare. Ovviamente molto dipende dall’esposizione della casa, nonché dalla metratura e dal pollice verde. La scelta è legata anche alla stanza in cui andranno posizionate, vediamo allora le specie più adatte a ciascun ambiente che non richiedono particolare manutenzione.

Le piante perfette per gli ambienti umidi e più bui

Se il tuo bagno è semplice e vuoi dare un tocco di personalità anche a questo ambiente spesso lasciato in secondo piano, punta sulla Kalanchoe, piccola, colorata e resistente. Questa pianta però ama la luce diretta, quindi se il tuo bagno non è particolarmente luminoso, meglio optare per la felce, un Ficus Benjamina o per il bambù.

Le piante per il soggiorno

Le piante da appartamento spesso amano la luce indiretta, non è dunque difficile trovare una specie che ben si adatti alla propria casa. Alcune tipologie di pianta, tuttavia, sono piuttosto ingombranti: in questi casi, l’ambiente ideale per posizionarle è il soggiorno, dove potranno fungere da complemento d’arredo e allo stesso tempo beneficiare di spazi più ampi. Molto scenica e utilizzata è la Kentia, come pure il Ficus Benjamina: sembrerà di trovarsi in un giardino.

Piante in camera da letto? Sì, ecco quali

Non tutte le piante sono adatte a essere collocate in camera da letto: durante la notte abbiamo bisogno di un ambiente salubre e dunque è necessario scegliere specie che emettano ossigeno invece di anidride carbonica durante questa fase della giornata. La Sansevieria ad esempio è perfetta a questo scopo: non solo è decorativa e bella da vedere, ma purifica l’aria assorbendo la formaldeide ed emettendo ossigeno di notte. Le stesse proprietà appartengono anche all’Orchidea Phalenopsis, all’Aloe Vera e alla Begonia.

22/01/19