Chiedi a Candy
Torna al blog

Come disinfettare piatti e posate in lavastoviglie?

Disinfettare le stoviglie: l’uso della lavastoviglie

Per disinfettare le stoviglie un elettrodomestico fondamentale è la lavastoviglie: le alte temperature e una corretta manutenzione sono i segreti per piatti puliti e igienizzati

 

Garantire la corretta igiene e pulizia di piatti, posate e bicchieri in cucina è molto importante per evitare la proliferazione di batteri e microrganismi potenzialmente dannosi: mentre lavando a mano è maggiore la possibilità che questi agenti si sviluppino in spugne o strofinacci da cucina, nel caso della lavastoviglie avrai un risultato migliore in termini di igiene. Quindi, come disinfettare le stoviglie in lavastoviglie? E come igienizzare l’elettrodomestico stesso?

 

Disinfettare le stoviglie in lavastoviglie, i consigli

 

Hai mai provato a lavare a mano i piatti a una temperatura superiore ai 60°C? Sicuramente no, anche perché ti saresti come minimo scottato. Questa temperatura può invece essere raggiunta dalla lavastoviglie che, così facendo, è in grado di eliminare agenti esterni e batteri e quindi disinfettare le stoviglie. Anche nel caso in cui tu voglia usare dei programmi di lavaggio rapidi e brevi sappi che la lavastoviglie è in grado di raggiungere temperature molto più elevate di quelle che possono tollerare le tue mani.

 

Le alte temperature, insieme all’azione di un detersivo sgrassante apposito, sciolto in minime quantità di acqua, permettono di aver piatti, posate e bicchieri puliti e igienizzati. Per avere risultati migliori ricordati che è fondamentale organizzare piatti e bicchieri in lavastoviglie in modo preciso, così che tutte le stoviglie possano essere raggiunte dal mix di acqua e detersivo e di conseguenza pulite alla perfezione. 

 

Come igienizzare la lavastoviglie?

 

Vuoi sapere come usare la lavastoviglie per avere piatti e posate igienizzate? Bene, sappi allora che la cura dell’elettrodomestico è un aspetto che non deve essere assolutamente sottovalutato. Un primo punto importante riguarda la manutenzione del filtro della lavastoviglie: con i nostri elettrodomestici potrai però evitare di effettuare la pulizia del filtro ogni qualvolta utilizzi la lavastoviglie grazie alla presenza della filtro autopulente.

 

Parlando di filtro, sappi che il triplo filtro in acciaio inossidabile autopulente della lavastoviglie Brava Smart Touch di Candy possiede un microfiltro interno che fornisce acqua sempre pulita in tutte le fasi del lavaggio. La funzione antibatterica garantisce poi un livello più alto di igiene, con una riduzione molto elevata dei batteri dopo 24 ore dall’utilizzo. Inoltre, i modelli Smart Touch della lavastoviglie Brava dispongono di un programma igienizzante a 75°C della durata di 140 minuti utile per sterilizzare piatti, padelle e biberon.

 

Almeno una volta al mese ricordati poi di fare un lavaggio a vuoto scegliendo la temperatura più alta e usando dell’aceto di vino che ti consente di sgrassare l’interno, lo scarico e le tubature della lavastoviglie. Se utilizzi regolarmente la tua lavastoviglie i residui di detersivo e altri depositi possono facilmente essere rimossi grazie al kit di prodotti Care + Protect, che ti consente di pulire a fondo tutte le parti interne dell’elettrodomestico e offre anche protezione dal calcare.

 

Grazie a questi semplici consigli potrai avere ottimi risultati non solo in termini di pulizia dell’elettrodomestico ma anche di igiene delle stoviglie.

 

12/03/20
Categorie: