Chiedi a Candy
Torna al blog

Come lavare la lana in lavatrice senza farla infeltrire?

Come lavare la lana in lavatrice senza farla infeltrire?

Per avere i risultati migliori dal lavaggio della lana in lavatrice, senza quindi rischiare di farla infeltrire, è bene seguire alcuni utili consigli.

Il freddo è ormai arrivato e con sé ha portato il fatidico cambio dell’armadio, con il conseguente grande rispolvero di maglioni, golfini e coperte in calda lana. Tutto ciò pone però un problema: come lavare la lana in lavatrice senza rischiare di farla infeltrire? Certamente il lavaggio di questo tessuto non è come quello di un paio di jeans: c’è bisogno di qualche accortezza in più, ma con alcuni semplici consigli anche i capi in lana usciranno dalla tua lavatrice perfettamente puliti e come nuovi!

Come lavare la lana in lavatrice? Gli accorgimenti

Quando si parla della lana è facile poter incorrere in degli errori di lavaggio che rischiano di compromettere il risultato finale. Per capire come lavare i maglioni di lana in lavatrice, o qualsiasi altro capo in questo tessuto, la prima cosa fondamentale da fare è leggere bene l’etichetta. Di solito, infatti, le etichette di maglioncini e golfini riportano un simbolo ad hoc per il lavaggio in lavatrice, corredato generalmente da un numero che indica la temperatura consigliata. Se invece vi è il simbolo del lavaggio a mano allora dovrai fidarti di questa indicazione. In ogni caso, se hai dei dubbi, meglio optare per un lavaggio in lavatrice a una temperatura non superiore ai 30-40°C.

Quando lavi la lana in lavatrice per non farla infeltrire ricordati di selezionare il programma dedicato, in alternativa quello per i capi delicati senza centrifuga, oppure opta per il lavaggio a freddo. Una delle cause principali dell’infeltrimento di maglioni, golfini e altri indumenti in lana è il cambiamento delle temperature: assicurati che la temperatura sia mantenuta costante sia durante la fase di lavaggio che in quella di risciacquo. Se sei indeciso sul programma da usare niente paura: la lavatrice RapidÓ di Candy ti offre 9 programmi rapidi e l’esclusiva funzione Snap&Wash, che ti consiglia in automatico il tipo di lavaggio ideale per i tuoi capi, sull’App Candy simply-Fi!

Oltre a queste indicazioni dovrai fare anche attenzione al detersivo: scegli un prodotto specifico per i capi in lana o comunque un detersivo estremamente delicato. L’ammorbidente non è molto consigliato per lavare la lana in lavatrice ma se comunque vuoi utilizzarlo allora prediligi un ammorbidente ecologico.

Lo sapevi poi che i capi in lana non perdono colore? Questo è un notevole vantaggio quando si parla di lavare la lana in lavatrice: puoi fare un unico lavaggio per abiti bianchi, neri e colorati.

Come asciugare i capi in lana e come recuperare un maglione infeltrito?

Una volta capito come lavare la lana in lavatrice senza farla infeltrire passiamo alla fase successiva, quella dell’asciugatura. I capi in questo materiale devono essere stesi sempre in orizzontale ad asciugare, di modo da mantenere la loro forma inalterata. Meglio se l’asciugatura avviene su una superficie morbida come un asciugamano, che dovrai mettere fra il capo in lana e lo stendino. In questo modo eviterai che il maglione di turno prenda la forma sbagliata o si allunghi se troppo penzolante. Nel periodo invernale, poi, ricordati di tenere i capi in lana lontani da fonti di calore, come i caloriferi.

Hai invece un capo in lana infeltrito che vorresti provare a recuperare? Per risolvere il problema prova a lasciare l’indumento in ammollo con acqua e:

  • un cucchiaino e mezzo di ammoniaca;
  • bicarbonato;
  • due bicchieri di latte.

Ti senti pronto ora ad affrontare il temuto lavaggio dei tuoi capi in lana?

09/11/20
Categorie: